ottobre 2023
sabato
21
09:00
Percorsi di Serendipità
21 October 2023 09:00-17:00
Esperienze di trekking, con diversi livelli di difficoltà e in diverse località. Sotto la guida di professionisti esperti, sia di trekking che di psicoterapia, percorreremo sentieri che ci consentiranno di metterci in osservazione e ascolto di noi stessi mentre esploriamo la magnificenza che la natura ci mette a disposizione. L'obiettivo sarà quello di metterci alla ricerca di inattese e felici scoperte.
480

Percorsi di Serendipità

Soft FITPSY

FITPSY nasce come una psicoterapia dinamica, all'aperto, in gruppo. La ricerca della dopamina è alla base delle diverse proposte: attivarsi per realizzare esperienze dinamiche, piacevoli e gratificanti è un'esperienza di per sè nutriente. Farlo insieme agli altri, lavorando su tematiche per noi rilevanti ci consente di vivere momenti unici di crescita ed evoluzione personale.

Spesso queste attività sono anche adrenaliniche e molto sfidanti, come quella che prevedono il volo in parapendio, il paracadutismo indoor, la discesa con la zipline o la corsa con i kart.

Accanto a queste attività ci sono quelle di Soft FITPSY, una versione più soft, in cui le attività proposte sono ugualmente dopaminiche ma meno adrenaliniche, ugualmente piacevoli ma meno sfidanti.

Percorsi di Serendipità: l'esperienza

in collaborazione con COME

In questa cornice si collocano i Percorsi di Serendipità.

I Percorsi di Serendipità sono esperienze di trekking, con diversi livelli di difficoltà e in diverse località.

Nei percorsi di sviluppo personale, le metafore che spesso emergono dai racconti delle persone parlano di scalare le montagne, raggiungere la meta, superare ostacoli, competere con gli altri, rimanere indietro, fidarsi dell’altro.

Durante l’escursione avremo l’occasione di esplorare questi temi nel concreto. Cammineremo con l’aiuto dei nostri pensieri, delle emozioni e delle sensazioni di cui quasi sempre ci troviamo a parlare “al coperto”.

Sotto la guida di professionisti esperti, sia di trekking che di psicoterapia, percorreremo sentieri che ci consentiranno di metterci in osservazione e ascolto di noi stessi mentre esploriamo la magnificenza che la natura ci mette a disposizione.

Alterneremo momenti più dinamici di cammino a quelli più introspettivi e di condivisione. L'obiettivo sarà quello di metterci alla ricerca di inattese e felici scoperte.

Il percorso di Monte Gennaro

Si trova in provincia di Roma tra i comuni di Marcellina e Palombara Sabina. È la seconda cima dei monti Lucretili ed è la cima più alta visibile dalla zona est di Roma nonché uno dei luoghi più panoramici sulla città.

Propone un sentiero di tipo escursionistico (definizione CAI):

  • altitudine m. 1275
  • dislivello positivo complessivo circa m. 500
  • sviluppo del percorso, circa km 12

Descrizione dell’itinerario: lasceremo le auto a Prato Favale, al termine della strada che sale da Marcellina; seguiremo il sentiero che attraversa la faggeta, percorrendo la Valle Cavallera. Giunti ai pratoni del Gennaro, lo attraverseremo e saliremo per la cresta fino alla vetta. Ritorno dalla stessa via.

Gli obiettivi terapeutici: alla ricerca di inattese e felici scoperte

La ricerca di inattese e felici scoperte è il concetto che si cela dietro la parola Serendipità.

Prendiamo in prestito la definizione che ne dà Treccani

dall’ingl. serendipity, coniato (1754) dallo scrittore ingl. Horace Walpole che lo trasse dal titolo della fiaba The three princes of Serendip: era questo l’antico nome dell’isola di Ceylon, l’odierno Srī Lanka, letter. – La capacità o fortuna di fare per caso inattese e felici scoperte, spec. in campo scientifico, mentre si sta cercando altro.

The three princes of Serendip è la versione inglese di Peregrinaggio di tre giovani figliuoli del re di Serendippo, un libro scritto da Cristoforo Armeno, a sua volta traduzione dell'opera persiana Hasht-Bihisht di Amir Krosrow. Racconta le avventure dei tre figli di Giaffèr, re di Serendippo.

C’era una volta un re che aveva tre figli, principi del regno di Sarandib o Serendippo, che un tempo si distendeva dall’Afghanistan all’oceano. I tre vennero presto esiliati da loro padre, un monarca il cui diadema è “segnato con l’emblema dell’orma di Adamo”, che educati i figli a tutte le arti e avendone fatto dei bravi ragazzi, vuole comunque metterli alla prova.
Prima saggia la loro ambizione e li trova umili e riverenti. Allora con uno stratagemma si finge adirato e li caccia. In cuor suo, vuole che i tre figli esplorino il mondo, che facciano esperienza, vedano i costumi degli altri e diventino adulti ancora più perfetti, pronti per regnare.
I tre principi di Serendippo entrano così come vagabondi in un impero ancora più grande, all’altro emisfero del mondo. Non è specificato il nome del re. Si definiscono “viaggiatori stranieri alla ricerca del nutrimento della sorte”, giacché “nostra meta non è altra che l’osservazione”. [...]
La Rivista Culturale

L'obiettivo dei nostri Percorsi è quello di metterci pertanto in ascolto e osservazione. Una condizione di apertura verso le tanti, inattese e felici scoperte che il cammino può offrirci.

Metaforicamente, percorrere nuovi sentieri ci riporta all'esperienza della vita, un cammino sempre nuovo e inesplorato, fatto di bivi, percorsi accidentati, salite, discese, pianure, vette da raggiungere.

Quello che fa la differenza lungo questi sentieri è sempre il nostro atteggiamento. Possiamo percorrerli con lo sguardo basso oppure guardandoci attorno, pronti ad accogliere ciò che la vita stessa ci propone e ci offre. E se siamo pronti a tendere le mani, ad aprire le orecchie e gli occhi, a distendere la nostra anima sapremo meravigliarci e godere delle innumerevoli scoperte che ci si presenteranno.

E tu, sei pronto a raccogliere la sfida?

Accompagnatori

Florinda Barbuto

Sono Psicologa, Psicoterapeuta, Counselor, Coach. Mi occupo di formazione, ricerca e progettazione; svolgo attività clinica in presenza a Roma e online. Da diversi anni ho iniziato a portare il mio lavoro al di fuori del mio studio. Assieme alle persone che accompagno nei loro percorsi, abbiamo sperimentato in questi anni momenti terapeutici unici. Sia con quelle più sfidanti, come il paracadutismo indoor, il parapendio, il canyoning, l'arrampicata, sia con quelle più soft, come gli incontri in luoghi incantati e borghi fantasmi,  l'obiettivo è sempre quello di realizzare attività in cui il percorso di consapevolezza e di crescita personale passa attraverso l'esperienza e la condivisione. Con i Percorsi di Serendipità, il nostro obiettivo sarà quello di camminare insieme, aperti all'ascolto e all'osservazione, pronti ad accogliere nuove, magiche, inattese scoperte.

Luca Barletta

Ho frequentato la montagna fin da bambino e da adolescente ho iniziato a salire in alta quota le vie classiche su ghiacciaio nelle Alpi occidentali. Per molti anni ho condotto escursioni di gruppo negli Appennini centrali. Camminare in montagna mi aiuta sempre a prendere decisioni, importanti e meno.
Mi sono formato come psicologo, trainer di Focusing e counselor. Le mie attività sono la consulenza privata individuale e di gruppo, la consulenza organizzativa per aziende, enti pubblici e privati e la formazione professionale per gli operatori sociali, sanitari e dell’educazione.
Oggi porto il mio lavoro in montagna perché, in fin dei conti, non ho mai smesso di accompagnare le persone su percorsi a volte impervi e sempre stupefacenti. Percorsi dentro e fuori!

Destinatari

È necessario un adeguato allenamento e l’abitudine a camminare in ambiente montano. Eventuali condizioni fisiche saranno comunque valutate individualmente.

Come iscriverti

Per iscriverti puoi:

  • compilare il modulo in fondo alla pagina N.B. se l'evento è già trascorso o non è presente il modulo perchè ancora fissata la data, contattaci per avere maggiori informazioni
  • scrivere a [email protected]
  • chiamare o inviare un messaggio (SMS o WhatsApp) al numero 3205627160.

Quota di partecipazione

Iscrizione regolare € 40,00
Early bird (entro il 9 ottobre) € 30,00

A conferma della propria iscrizione occorre versare la quota indicata (riceverai una mail con tutte le indicazioni per effettuare il bonifico).

La quota comprende l'esperienza di trekking, la partecipazione ai momenti di condivisione di gruppo nonchè i materiali occorrenti per l'attività terapeutica.

Abbigliamento ed attrezzature per l'attività di trekking sono a carico dei partecipanti.

* In caso di rinuncia alla partecipazione entro una settimana prima dell'evento, è possibile richiedere di usare la quota per un altro evento di FITPSY. Oltre tale data la quota non sarà rimborsabile nè utilizzabile per altro evento.
** In caso di pioggia o condizioni ambientali avverse l'evento sarà riprogrammato. Nel caso in cui l'iscritto non possa partecipare nella nuova data potrà richiedere la restituzione della quota per intero.

Cosa portare - Indicazioni pratiche

Occorre avere un equipaggiamento adeguato al trekking. Da indossare: pantaloni lunghi, maglia calda, giacca impermeabile, cappello, occhiali da sole. Sono indispensabili scarpe da trekking, preferibilmente alte a copertura della caviglia. No scarpe da ginnastica! Utili i bastoncini. Zaino con pranzo al sacco e barrette energetiche, almeno 1,5 litri di acqua.

Ulteriori dettagli saranno forniti successivamente agli iscritti.

Gradi di difficoltà in montagna - Definizioni CAI (Club Alpino Italiano)

Si utilizzano le quattro sigle della scala CAI per differenziare l’impegno richiesto dagli itinerari di tipo escursionistico.

T Turistico

Itinerari su stradine, mulattiere o larghi sentieri, con percorsi non lunghi, ben evidenti e che non pongono incertezze o problemi di orientamento. Si svolgono di solito sotto i 2000 metri.

Richiedono una certa conoscenza dell’ambiente montano e una preparazione fisica alla camminata.

E Escursionistico

Itinerari che si volgono su terreni di ogni genere, oppure su evidenti tracce di passaggio in terreno vario (pascoli, detriti, pietraie), di solito con segnalazioni; possono esservi brevi tratti pianeggianti o lievemente inclinati di neve residua dove, in caso di caduta, la scivolata si arresta in breve spazio e senza pericoli. Si sviluppano a volte su terreni aperti, senza sentieri ma non problematici, sempre con segnalazioni adeguate. Possono svolgersi su pendii ripidi, dove tuttavia i tratti esposti sono in genere protetti o assicurati (cavi). Possono avere singoli passaggi, o tratti brevi su roccia, non esposti, non faticosi né impegnativi, grazie alla presenza di attrezzature (scalette, pioli, cavi) che però non necessitano l’uso di equipaggiamento specifico (imbragatura, moschettoni, ecc.).

Richiedono un certo senso di orientamento, come pure una certa esperienza e conoscenza dell’ambiente alpino, allenamento alla camminata, oltre a calzature ed equipaggiamento adeguati. Costituiscono la grande maggioranza dei percorsi escursionistici sulle montagne italiane.

EE per Escursionisti Esperti

Si tratta di itinerari generalmente segnalati ma che implicano una capacità di muoversi su terreni particolari. Sentieri o tracce su terreno impervio e infido (pendii ripidi e/o scivolosi di erba, o misti di rocce ed erba, o di roccia e detriti). Terreno vario, a quote relativamente elevate (pietraie, brevi nevai non ripidi, pendii aperti senza punti di riferimento, ecc.). Tratti rocciosi, con lievi difficoltà tecniche (percorsi attrezzati, vie ferrate fra quelle di minore impegno). Rimangono invece esclusi i percorsi su ghiacciai, anche se pianeggianti e/o all’apparenza senza crepacci (perché il loro attraversamento richiederebbe l’uso della corda e della piccozza, nonché la conoscenza delle relative manovre di assicurazione.

Necessitano: esperienza di montagna in generale e buona conoscenza dell’ambiente alpino; passo sicuro e assenza di vertigini; equipaggiamento, attrezzatura e preparazione fisica adeguate. Per i percorsi attrezzati è inoltre necessario conoscere l’uso dei dispositivi di autoassicurazione (moschettoni, dissipatore, imbragatura, cordini).

EEA per Escursionisti Esperti, con Attrezzature

Questa sigla si utilizza per certi percorsi attrezzati o vie ferrate, al fine di preavvertire l’escursionista che l’itinerario richiede l’uso dei dispositivi di autoassicurazione.

Modulo di iscrizione: Percorsi di Serendipità

Dati fatturazione

Indirizzo di fatturazione

Consensi

December 2024
Tuesday
31
10:00

FITPsy per la Comunità: iniziative no-profit per il fundraising

Le attività di FITPsy mirano alla promozione del benessere tanto dei singoli, quanto dei gruppi, delle organizzazioni e delle Comunità. Particolare attenzione viene rivolta alle realtà più svantaggiate. Scopri in che modo puoi contribuire partecipando alle attività di FiTPsy.
October 2024
Saturday
05
10:00

Gruppo di psicoterapia in presenza a Roma

Partecipa a un gruppo di psicoterapia e immergiti in un ambiente sicuro e confidenziale per il tuo percorso terapeutico. Ogni sessione offre un'opportunità unica di crescita personale attraverso la condivisione e il supporto reciproco, accelerando il tuo percorso di consapevolezza e cambiamento.
September 2024
Thursday
26
20:00

Gruppo di psicoterapia online

Partecipa al gruppi di psicoterapia online, un'opportunità per condividere il tuo percorso terapeutico con altre persone in un ambiente sicuro e confidenziale. Ogni sessione offre uno spazio di condivisione e crescita personale, mantenendo la stessa intensità e profondità di un gruppo in presenza.
June 2024
Sat-Sun
29-30
15:00

Encounter Group: gruppo di incontro rogersiano a Greccio

Partecipa a un weekend unico a Greccio, immerso nella serenità e nella spiritualità di questo luogo incantato. Un'esperienza intensiva di incontro e crescita personale guidata dai principi della psicologia umanistica di Carl Rogers Iscriviti ora per un'esperienza che da cui tornerai cambiato.
June 2024
Friday
14
16:30

Smart Group Therapy: psicoterapia di gruppo online

FITPsy propone gruppi di psicoterapia online, unendo la forza del gruppo e dell'esperienza psicoterapeutica ai vantaggi del collegamento da remoto. Puoi scegliere tra un percorso continuativo oppure la partecipazione a singoli incontri tematici. Il prossimo incontro singolo si terrà venerdì 17 maggio.
May 2024
Saturday
18
14:00

Incontra i tuoi sogni

Lo scopo del nostro appuntamento è Incontrare i nostri sogni e recuperare quell’abilità che abbiamo sempre avuto di desiderare e sognare. Andremo via con i nostri cassetti di nuovo pieni di sogni, tenendoli aperti per poterli realizzare. Terzo ed ultimo appuntamento al Museum of Dreamers prima della chiusura definitiva.
April 2024
Sunday
21
10:00

Emotion: esperienza guidata tra arte ed emozioni

Esplora le profondità delle emozioni attraverso l'arte contemporanea con FITPSY. Unisciti a noi per un'esperienza guidata alla mostra Emotion, dove più di venti opere d'arte ti porteranno in un viaggio tra sorpresa, felicità, attesa e molto altro ancora. Prenota subito il tuo biglietto.

Servizi di consulenza

Centro d'Ascolto Psicologico e Gruppi di psicoterapia

FITPSY rappresenta una forma dinamica di psicoterapia che si evolve attraverso percorsi personalizzati. Integriamo percorsi di psicoterapia individuale e di gruppo, arricchiti da esperienze immersive all'aperto, come parapendio, trekking, mostre interattive e altre ancora. Sperimenta le diverse attività per un percorso terapeutico completo e coinvolgente. Il nostra approccio olistico mira a favorire la crescita personale, migliorare il benessere emotivo e promuovere relazioni più appaganti.

FITPSY per i gruppi: outdoor training e team building

FITPSY non si rivolge solo a singoli, ma anche a gruppi desiderosi di esperienze uniche. Il nostro obiettivo è promuovere la costruzione dell'interdipendenza all'interno del gruppo, consentendo lo sviluppo delle potenzialità di ciascun membro. Attraverso attività di outdoor training e team building, miriamo a rafforzare la fiducia, la coesione e l'efficienza del gruppo. Contattaci per trasformare il tuo gruppo in una squadra più coesa e performante.
giugno 2024
sun
mon
tue
wed
thu
fri
sat
01
02
03
04
05
06
07
08
09
10
11
12
13
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
30

Double click to edit

Ho una malattia si chiama fantasia: porta quasi all'eresia è considerata pazzia…
Cappellaio Matto